Saint-Maurice, l’Acauno dei Celti e più tardi stazione del dazio romana, divenne alla fine del III secolo, dopo il martirio del comandante di una legione, un luogo di pellegrinaggio lungo la “Via Francigena”, che collegava Roma a Canterbury. Nel 515 il re dei Burgundi Sigismondo fece erigere a Saint-Maurice uno dei primi conventi della Svizzera. L’abbazia fu sin dall’inizio un’istituzione di grande influenza e improntò in maniera determinante la storia della regione, tanto che ancor oggi è considerata un luogo di grande energia spirituale. Saint-Maurice offre l’opportunità di scoprire nuove dimensioni: un futuro che arriva fino a noi dal passato.

Prenota ora
  • Alberghi numerosi
  • I migliori prezzi
  • Ottima qualità