Pecore e pascoli sconfinati

Dani e Karin Ritler sono ancora un po’ stanchi, ma molto soddisfatti. «Abbiamo appena ospitato nella Lötschental 1500 maestri di sci provenienti da tutta la Svizzera.» Dani e Karin si sono occupati con grande attenzione degli ospiti e del loro benessere. «Il nostro bratwurst di agnello ha fatto furore.» Anche chi di solito non mangia la carne d’agnello ha fatto il bis.

Per descrivere la Lötschental c’è una sola parola: pittoresca. La strada che porta a Blatten attraversa borghi e villaggi. Qui, proprio accanto all’Hotel Nest- und Bietschhorn si trova la bottega dei Ritler. Dani Ritler è cresciuto qui; dopo aver trascorso qualche anno a Berna è tornato in valle e ha comprato qualche pecora come passatempo. Con il tempo il gregge è cresciuto e il suo hobby si è trasformato in un allevamento professionale con oltre 180 pecore.

Dani nella Lötschental ha trovato la sua vocazione, e il suo grande amore. L’austriaca Karin Ritler proviene dal Salzkammergut. Cuoca eccellente, organizza i memorabili catering dei Ritler. E si occupa della deliziosa bottega. Anche il figlio quindicenne Nathanael collabora nell’attività di famiglia. La sua passione non sono le pecore, ma le galline. Con il suo piccolo allevamento rifornisce la valle di uova bio.

Il patrimonio dell’umanità nel piatto

Nel 2004 la fattoria dei Ritler è stata certificata da BioSuisse. «Per noi è stata una tappa naturale.» Dani Ritler getta lo sguardo sulla valle. «Questo è un paradiso per le pecore che dalla primavera all’autunno pascolano su prati che appartengono al patrimonio mondiale dell’umanità dell’UNESCO. Più bio di così non si può.» Basta assaggiare i loro prodotti per convincersene. Dani propone la carne di agnello in tutte le sue varianti. «Utilizziamo tutte le parti dell’animale per produrre solo il meglio – è una questione di rispetto verso le bestie.» Dani incoraggia i suoi clienti a provare sempre qualcosa di nuovo e con successo. «Poco tempo fa ho convinto un oste a mettere nel menu un ragù d’agnello. Era scettico, ma il piatto va per la maggiore.» La qualità vince sempre.

Camminata Lötschental, Vallese
In giro per la Lötschental: Dani e Karin Ritler

Amanti del buon vivere

In tutto ciò che fanno i Ritler contribuiscono ad accrescere l’interesse dei turisti verso la Lötschental. Ad esempio Karin cucina per piccoli gruppi uno straordinario menu nella «Maskenkeller», il locale dove realizza le maschere della valle. D’inverno Dani Ritler porta gli ospiti sulle piste della Lötschental: è maestro di sci nella scuola locale. E non meno importante Dani e Karin sono veri buongustai. «Ci piace provare ottimi ristoranti e visitare amici produttori o cantine: il Vallese è la principale regione vinicola e offre vini eccellenti.» Le loro scoperte enologiche vengono poi proposte nella bottega della fattoria.

Insieme a Dani e Karin visitiamo l’idilliaca stalla. Le pecore hanno molto spazio per muoversi anche in inverno, oltre che una vista meravigliosa sulla valle. Qui il termine di «corretta detenzione degli animali» assume un significato tutto nuovo. «Poco tempo fa è venuta da noi una giornalista cinese » racconta Dani Ritler. «Era stupefatta di come vivono qui le pecore e non voleva più andarsene.» «Sì, sì» aggiunge con un sorrisetto Karin «forse non era solo per le pecore, ma anche per te.» Dani solleva amorevolmente un innocente agnellino. Karin lo abbraccia. Una copia che ha trovato la felicità e che rende felici tutti i buongustai.

Prossima storia

Lottatrice e icona: la mucca di razza Eringer

Leggi ora