Raclette

La leggenda vuole che la raclette vallesana sia stata creata da un vignaiolo, Léon, che in una fredda giornata d’inverno scaldò del formaggio sulla fiamma anziché mangiarlo crudo. Ecco come nacque il tipico piatto vallesano.
Nel Vallese il consumo di formaggio è documentato sin dal IV secolo a. C. Molto noto in epoca romana, successivamente il formaggio di montagna venne spesso utilizzato come mezzo di pagamento, salario o prodotto d’esportazione. La fonduta di formaggio era nota nel Vallese già nel 1574.
Dal 1874 il termine «raclette», che deriva dal dialetto francese del posto (racler = raschiare), indica ufficialmente anche il nome del formaggio.
Ancora oggi nei caseifici del Vallese il latte crudo viene lavorato secondo un’antica ricetta per trasformarlo in ciò che di meglio e di più autentico ha da offrire il Cantone: la Raclette du Valais DOP.